Partito Comunista Italiano

Sito ufficiale del PCI

Attacco al PC del Cile, solidarietà del PCI

Comunicato al Partito e ai media

Traduzione a cura di Lorenzo Battisti

In meno di 48 ore, durante questo fine settimana, la sede del comitato centrale del Partito a Santiago e la sede del comitato comunale Calama nella seconda regione del paese sono state attaccate.

In entrambi gli assalti, secondo le prime informazioni della polizia, è evidente che gli aggressori hanno fatto una ricerca esaustiva e meticolosa di documenti, computer, scrivanie e armadietti, compresi gli uffici del Presidente e del Segretario Generale, la commissione nazionale di organizzazione, finanza, elezioni, stampa, ecc.

Gli aggressori hanno rubato computer, documenti, telefoni cellulari e denaro contante.

Questi attacchi avvengono nel contesto di altre situazioni come quelle vissute qualche giorno fa dal giornale The Clinic e dall’organizzazione Chile Transparente.

E’ urgentemente necessaria un’indagine rapida per stabilire le cause di questi attacchi e ci aspettiamo la massima rapidità da parte delle autorità governative e di polizia

Un commento su “Attacco al PC del Cile, solidarietà del PCI

  1. Il problema cileno è sempre lo stesso, come i desaparecidos argentini, uruguayani, brasiliani, gli attacchi economici al Venezuela,gli svariati tentativi di golpe italiani, le brigate colorate, ecc.……. se i partiti comunisti non si danno una organizzazione internazionale, a livello nato, onu, ecc..per difendere l’umanità vi è una continua reiterazione della storia (Lenin). Il capitalismo usa il fascismo in ogni momento storico in cui si trova in difficoltà. Il partito comunista cinese, se fosse tale, organizzerebbe, agirebbe in ben altro modo a livello internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy link
Powered by Social Snap