Partito Comunista Italiano

Sito ufficiale del PCI

Il PCI al Seminario sul Centenario della Fondazione del Partito Comunista Cinese

Nota a cura del Dipartimento Esteri PCI

Su invito dell’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese, una delegazione del Partito Comunista Italiano ha partecipato al Seminario sul Centenario della Fondazione del Partito Comunista Cinese, che si è tenuto lo scorso 23 giugno.

All’incontro ha partecipato anche una delegazione del Partito della Rifondazione Comunista.

Il seminario, organizzato anche su impulso del Dipartimento Internazionale del Partito Comunista Cinese, si inserisce in una serie di attività preparatorie per la giornata del 1 luglio prossimo, quando ci saranno le celebrazioni ufficiali in tutta la Cina in ricordo della fondazione del PCC avvenuta a Shanghai nel 1921.

Le delegazioni di entrambi i partiti comunisti sono state guidate dai rispettivi segretari nazionali.
La cerimonia è stata introdotta dalla relazione di SE Li Junhua, Ambasciatore della RPC in Italia e dagli interventi di Mauro Alboresi e Maurizio Acerbo, in rappresentanza delle rispettive organizzazioni. Sono seguiti anche gli interventi delle organizzazioni giovanili ed infine c’è stata una sessione di domande e risposte, durante la quale i comunisti italiani e cinesi si sono confrontati in profondità sui grandi temi della politica contemporanea.

Il Partito Comunista Italiano assegna notevole importanza a questo evento ed ha colto l’occasione per ringraziare il PCC e l’Ambasciata per l’organizzazione. Non si tratta, a nostro avviso, semplicemente della ricorrenza di una celebrazione formale, ma di un confronto franco e rispettoso tra partiti fratelli che operano sicuramente in contesti completamente diversi ma che condividono ideali comuni ed una visione affine dei grandi temi del mondo contemporaneo. Negli interventi è emerso il rischio del precipitare di una nuova guerra fredda, che ha come nemico principale la Cina, e che richiede un impegno collettivo ad organizzare una vasta mobilitazione popolare in tutto il mondo.
Sia i compagni del PCI che i compagni del PRC hanno colto l’occasione per ringraziare la RPC per l’aiuto che ha fornito alla popolazione italiana nel momento più duro e difficile della battaglia contro il Covid-19, un gesto di solidarietà estrema che il quadro politico italiano sembra aver dimenticato, aderendo ipocritamente alla campagna anticinese orchestrata e voluta dagli Stati Uniti per continuare a mantenere un assetto internazionale basato sulla sopraffazione e l’egemonia americana, piuttosto che sulla cooperazione e la convivenza pacifica tra i popoli. Così come è apprezzato l’impegno cinese a fornire dosi di vaccino alle popolazioni escluse dalle forniture delle multinazionali euro-americane ed il sostegno cinese alla battaglia per l’eliminazione dei brevetti dai vaccini.

L’incontro è stato soprattutto l’occasione per i comunisti italiani e cinesi di vivere un momento di vero spirito internazionalista, sviluppando visioni ed una prospettiva di cooperazione capace di innervarsi di un nuovo ed innovato spirito unitario. Una prospettiva fortemente sostenuta ed incoraggiata dal Partito Comunista Italiano, come più volte sostenuto nei suo documenti, nella linea politica e nello spirito unitario della sua azione.

Proprio per queste ragioni il PCI ha rinnovato l’interesse e l’attenzione a nuove occasioni di confronto e dialogo per conoscere meglio il Partito Comunista Cinese e studiare gli aspetti centrali della formulazione teorica del socialismo con caratteristiche cinesi. Il PCI si è anche reso disponibile a promuovere nuove occasioni di confronto di dialogo tra comunisti italiani e cinesi. A tale scopo, ha rivolto l’invito a tutti a partecipare al seminario organizzato per sabato 26 giugno alle ore 17:00 presso il Circolo Arci Concetto Marchesi, in via del frantoio 9c, Roma.

All’incontro, a cui parteciperà il compagno Zhang Yanyu, capo della sezione politica dell’amabscaita della RPC in Italia, ci saranno relazioni ed interventi di compagni del PCI ed invitati e sarà concluso dal Segretario Alboresi.

A corredo di questa nota, forniamo alcune foto dell’evento. Nelle prossime ore verranno pubblicati gli interventi del compagno Mauro Alboresi, segretario nazionale del Partito e di Salvatore Ferraro, a nome della FGCI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy link
Powered by Social Snap