Partito Comunista Italiano

Sito ufficiale del PCI

Il PCI in piazza col movimento No MUOS

La visita negli USA del ministro Salvini fa ulteriore chiarezza circa le politiche di posizionamento sullo scacchiere internazionale dell’Italia a guida Lega-5 Stelle. Sembra essere tornati indietro di molti anni, quando i Presidenti del Consiglio incaricati volavano a Washington per farsi autorizzare e ri-autorizzare su politica estera, ma non solo. Come con i Governi Berlusconi, Monti, Letta, Renzi, e Gentiloni, l’Italia rinsalderà i rapporti con Israele in chiave anti Iran e contro il popolo palestinese e la sua lotta di liberazione, e sempre in assoluta continuità con le amministrazioni precedenti, saranno perseguite e finanziate politiche militariste e guerrafondaie, in un mondo in cui i popoli possono spostarsi liberamente solo a condizione che diventino merce tra le merci, mezzi di produzione da sfruttare. Della sovranità italiana resta solo la propaganda leghista, l’aspirazione dell’autonomia finanziaria delle regioni ricche a scapito dello Stato e del suo fondamentale compito di redistribuzione di risorse. Al Sud e alla Sicilia in particolare, il ruolo ingrato di portaerei del Mediterraneo, la base operativa per nuove politiche di aggressione nei confronti dei Paesi poveri, ricchi di risorse naturali da saccheggiare e sfruttare, secondo il modello neo-coloniale. Anche per questo il PCI aderisce convintamente alla manifestazione NO MUOS di venerdì 21 giugno a Catania. È indispensabile far sentire ancora una volta, chiara e forte la nostra opposizione a tutte le guerre, e a tutti i suoi funesti presagi, viatico per nuove predazioni e ulteriori sfruttamenti.

Roberto Bauccio, Segretario Regionale PCI Sicilia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy link
Powered by Social Snap