Partito Comunista Italiano

Sito ufficiale del PCI

In piazza per fermare il blitz del governo contro gli insegnanti

Di Luca Cangemi, Comitato Centrale PCI

Il governo Draghi calpestando le più elementari procedure parlamentari e anche il buon gusto organizza un vero e proprio raggiro per imporre, senza alcun dibattito vero, una devastante modifica del sistema di reclutamento e della formazione degli insegnanti.

Il PNRR si conferma la sigla non di un piano di investimenti ma di un conglomerato di leggi di controriforma e viene usato per sottrarre al confronto sociale materie delicatissime che riguardano diritti inalienabili e persino principi costituzionali.

Se il metodo è infame il contenuto è ignobile: si colpisce la libertà di insegnamento, lo spessore culturale della scuola, i diritti di chi lavora nell’istruzione. Si apre la porta a nuove e più gravi speculazioni private nel settore della formazione e all’ imposizione di una generalizzata didattica aziendalista, vero obiettivo di governo e Confindustria.

Considerando i meccanismi adottati da un governo-sempre più impermeabile a ogni dialettica democratica-non si può perdere un attimo: è necessaria una immediata e dura mobilitazione per fermare questa controriforma che rischia di devastare la scuola italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy link
Powered by Social Snap