Partito Comunista Italiano

Sito ufficiale del PCI

Leonardo Del Vecchio, e poi?

Dipartimento Lavoro PCI

E’ morto Leonardo Del Vecchio, fondatore di Luxottica, imprenditore che ha creato un impero partendo (lui sì) praticamente dal nulla. Nel panorama del capitalismo italiano odierno poteva essere considerato come “un’anomalia”, legato alla sua terra, alle lavoratrici e ai lavoratori con un atteggiamento certamente da “padre” ma che sapeva garantire loro occupazione e retribuzioni adeguate.

La sua ricchezza era valutata (da Forbes) in oltre 25 miliardi di dollari. Del Vecchio era, quindi, un imprenditore che, indubbiamente, aveva curato i suoi interessi ma che, altrettanto indubbiamente, aveva operato introducendo novità importanti a favore del lavoro nelle sue aziende. È da ricordare l’accordo del 2019 che introduceva un orario flessibile (8 ore nel periodo di massima produzione, 6 ore in quello di minore carico) a sostanziale parità di retribuzione, aumento delle ore per la formazione, assunzione a tempo indeterminato di oltre 1150 lavoratori con contratto interinale o a termine. Come è da rimarcare la sua “ostilità” verso le delocalizzazioni, cosa ben diversa dall’espansione internazionale della sua azienda. Un imprenditore che si potrebbe definire “illuminato” certamente più simile a Olivetti che agli eredi Agnelli o Marzotto.

Con la sua morte, naturalmente, cresce una certa apprensione sul futuro aziendale e occupazionale.

“Speriamo”, si sussurra, “che venga mantenuta la sua politica aziendale”.

Ed è su questo che mi sembra giusto fare una breve riflessione.

In quel “speriamo” si riassume una situazione, tipica del momento nel quale viviamo, che si fonda nell’auspicio, appunto, della “benevolenza del padrone”. In quel “speriamo” si racchiude l’accettazione del capitalismo come unico sistema possibile con la “necessaria” assenza dello Stato anche come regolatore dello sviluppo economico ed industriale del paese. Uno Stato puro erogatore di finanziamenti alle imprese private che non deve (e non può) interessarsi di come verranno impiegati e a cosa serviranno gli aiuti politici, economici e finanziari distribuiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy link
Powered by Social Snap