Partito Comunista Italiano

Sito ufficiale del PCI

Il PCI appoggia lo sciopero dei lavoratori delle Province

di Segreteria Nazionale

La segreteria nazionale del PCI esprime piena solidarietà e appoggio politico alle lavoratrici e lavoratori dipendenti dalle Amministrazioni provinciali impegnati in una forte mobilitazione con lo sciopero e manifestazione a Roma di venerdì 6 ottobre tesa a risolvere la grave situazione in cui si trovano.

Il PCI ripetutamente, ed in particolare dopo il referendum del 4 dicembre 2016, ha denunciato lo stato di abbandono delle Amministrazioni delle Province e delle Città Metropolitane che sono di fatto uscite  rafforzate dal voto ma che sono governate da consiglieri comunali e sindaci –presidenti costretti a farlo part-time con pochissime risorse a disposizione.

Come sappiamo questi Enti devono ancora curare la costruzione, manutenzione e messa a norma degli edifici delle scuole superiori, la manutenzione della viabilità provinciale e tante altre deleghe importanti.

C’è un problema occupazionale che mette a rischio stipendi e posti di lavoro; c’è un problema di sicurezza per la viabilità e la sicurezza ed efficienza degli edifici scolastici e non ultimo un problema costituzionale da risolvere con urgenza.

Dopo la fase demagogica della loro soppressione rimangono insoluti ed aggravati tutti i problemi  che ripetutamente abbiamo denunciato.

Rinnoviamo l’appello alla cittadinanza ed alle istituzioni affinché si ponga rimedio a questo grave disagio e di malgoverno della cosa pubblica.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy link
Powered by Social Snap