Partito Comunista Italiano

Sito ufficiale del PCI

IL PCI ESPRIME LA PROPRIA SODDISFAZIONE POLITICA PER LA VITTORIA DI PUTIN NELLE ELEZIONI RUSSE

di Fosco Giannini, Segreteria nazionale PCI, responsabile dipartimento esteri

Il PCI esprime la propria, profonda, soddisfazione politica per l’esito delle elezioni presidenziali in Russia. Gli otre 73 milioni di cittadine e cittadini russi che si sono recati alle urne ( il 67,5% del’intero elettorato, la più alta affluenza della storia russa) hanno innanzitutto reso risibili  quelle interpretazioni del fronte imperialista e dell’occidente capitalistico volte a  delineare una società russa ormai staccata, fredda e lontana dall’assetto istituzionale e governativo di Putin, battendo altresì sonoramente sia le poderose spinte politico-mediatiche messe in campo dall’intero fronte imperialista contro Putin che gli appelli, ripresi da ogni media occidentale, lanciati dalla “squadra mista” formata, sul piano internazionale, dagli intellettuali e dei notabili dei regimi imperialisti e dagli oligarchi russi arricchitisi con Eltsin e che ora vivono in occidente. Tutti per boicottare Putin e giungere ad un astensionismo russo di massa.

Enorme è invece il consenso popolare ottenuto da Putin: 56 milioni di voti, oltre il 76,7%, un inequivocabile “SI” di massa alle politiche putiniane volte alla difesa dell’economia nazionale, alla difesa stessa dell’autonomia e dell’indipendenza della Russia e del suo popolo e alle politiche internazionali di carattere antimperialista sostenute in questi anni da Mosca.

Il vastissimo “Si” a Putin è, con ogni evidenza, il “No” pressoché plebiscitario alle politiche di destrutturazione e svendita dell’economia nazionale pubblica post sovietica che aveva introdotto Eltsin e su cui avevano confidato tutti i corvi imperialisti; è il “NO” pressoché plebiscitario e patriottico ( un’altra forma della difesa della Russia dagli attacchi di Napoleone e di Hitler) all’avanzatissimo progetto di accerchiamento militare che gli USA, la NATO e i Paesi imperialisti stanno di nuovo, ripetendo le pagine più criminali della Storia moderna, portando avanti contro la Russia. Il “SI” di massa a Putin è anche, con ogni evidenza, la risposta del popolo russo alla nuova russofobia occidentale e ai continui tentativi di demonizzare la Russia ( dalla “manipolazione del voto negli USA” ai “veleni inglesi”). Il “SI” poderoso del popolo russo a Putin è un “NO” di popolo all’estensione delle basi NATO e USA ai confini russi, è un “NO” di popolo ai nazifascisti a Kiev e al progetto di trasformare, da parte degli USA, della NATO e dell’Ue, l’intera Ucraina in una base militare filo imperialista ai confini della Russia. I 56 milioni di voti del popolo russo a Putin rappresentano, oggi, un argine antimperialista, dal valore internazionale, alle mire espansioniste e ne coloniali degli USA, della NATO e dell’Ue e un punto di riferimento per l’intero fronte internazionale dei popoli che si battono contro il dominio economico e militare degli USA e delle forze imperialiste sul mondo. Il popolo russo, con questo voto, con questa scelta di campo, relegando le forze russe liberali, liberiste e filo occidentali che si sono presentate alle elezioni ad un umiliate 2%, torna a svolgere quel ruolo liberatore, partigiano, antifascista e antimperialista che in altre fasi storiche aveva già positivamente svolto, per sé e per i popoli del mondo.

Il PCI esprime altresì la propria profonda soddisfazione per i voti ottenuti dal candidato del Partito Comunista della Federazione Russa, Grudinin, che con il 12% dei consensi conferma l’importante ruolo politico e sociale dei comunisti russi, volto – da una parte – a sostenere Putin sia nelle sue politiche internazionali che nelle politiche volte alla difesa nazionale e – d’altra parte – a sviluppare una critica alle contraddizioni delle politiche economiche e sociali interne, offrendosi quale baluardo degli interessi operai e di massa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy link
Powered by Social Snap