Partito Comunista Italiano

Sito ufficiale del PCI

SCUOLA: negati i diritti degli alunni disabili.

 di Luca Cangemi, responsabile nazionale scuola del Partito comunista Italiano
cangemi
L’anno scolastico è iniziato ampiamente iniziato in tutta Italia e ancora il sostegno agli alunni disabili presenta giganteschi vuoti, incongruenze, contraddizioni. Un disastro in quello che era considerato uno degli aspetti migliori della scuola italiana, anche su piano internazionale. Un disastro interamente addebitabile alle scelte del governo – ha dichiarato Luca Cangemi, responsabile nazionale scuola del PCI.
Le rassicurazioni offerte dal ministero sono solo un’ennesima dimostrazione di colpevole superficialità. Esse non tengono in nessun conto la gravità dei danni didattici e relazionali che può provocare l’assenza dell’insegnamento di sostegno nella delicata fase iniziale dell’anno scolastico, agli alunni disabili e alle classi entro cui essi sono inseriti.
La grave vicenda cui stiamo assistendo s’inserisce in un quadro ormai consolidato di attacco al diritto allo studio dei ragazzi disabili. Incurante delle numerose sentenze di condanna che ha dovuto subire dai tribunali amministrativi di tutta Italia e dei pronunciamenti persino della Corte Costituzionale, il ministero continua a tagliare il monte ore di sostegno. D’altra parte i tagli allo stato sociale hanno inciso pesantemente sul contributo che, su questo tema, la scuola avrebbe dovuto ricevere da Enti Locali e strutture sanitarie. La delega che il governo ha ricevuto dalla legge 107 a riformare il settore, rischia, inoltre di essere la pietra tombale sull’esistenza stessa dell’insegnamento di sostegno.
E necessario una mobilitazione unitaria del mondo della scuola e dell’associazionismo del mondo della disabilità, per porre all’attenzione dell’intero paese questa questione di civiltà- ha concluso Cangemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy link
Powered by Social Snap