Partito Comunista Italiano

Sito ufficiale del PCI

Sull’incostituzionalità della Legge Fornero

di Giorgio Langella, Responsabile Dipartimento Lavoro PCI

La Corte Costituzionale ha dichiarato incostituzionale l’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori così come modificato dalla “legge Fornero” n. 92 del 2012.

Questo significa che viene sancita l’obbligatorietà del reintegro in caso di licenziamento in assenza di giusta causa e giustificato motivo soggettivo. Questa è una sentenza decisiva che ripristina un diritto fondamentale e riconsegna dignità a chi lavora. Dignità e diritto al lavoro che non possono essere “comperati” con un semplice risarcimento. Ed è molto importante che questa sentenza sia basata sull’articolo 3 della Costituzione che sancisce che “tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge”.

Ma una cosa bisogna rimarcare. Da tempo i governi che si susseguono alla guida del paese propongono e fanno approvare leggi che vengono dichiarate non coerenti con la Costituzione dimostrando come, da ormai troppo tempo, il nostro paese sia nelle mani di politicanti e tecnici che, consapevoli o meno, dimostrano la propria incapacità e inadeguatezza.

Il PCI, che da sempre lotta per l’attuazione completa dei valori e dei principi costituzionali, pur segnalando che ci sono voluti oltre 8 anni per giungere al risultato auspicato, è soddisfatto di questa sentenza che, di fatto, è una
critica a tutte le norme e leggi successive (il riferimento al Jobs Act non vuole essere casuale) che hanno preteso smantellare i diritti inaliebili a un lavoro garantito, sicuro e ben retribuito.

Noi comunisti riteniamo che sia necessaria l’unità di azione delle lavoratrici e dei lavoratori per esigere che vengano ripristinati ed estesi a tutti i diritti che sono stati cancellati da leggi inique e antipopolari.

7 commenti su “Sull’incostituzionalità della Legge Fornero

  1. Buona notizia. I lavoratori hanno sempre saputo che la legge Fornero è incostituzionale. Chi ha fatto finta di non saperlo sono Cgil, Cisl, Uil ed il Pd.

  2. Finalmente! era ora!
    speriamo adesso che velocemente si proceda alla rimozione di tutte le ignominie passate peraltro con il voto
    complice del sedicente sinistrorso PD.
    Carlo Decorlati

  3. Mi auguro che la Corte Costituzionale dichiari incostituzionale anche il resto della legge Fornero, ovvero riforma delle pensioni.

    Liliana

  4. Contro tutte le Leggi ingiuste e crudeli perché non ammesse dalla Carta Costituzionale della Repubblica Italiana! Contro la Legge Fornero del Governo Monti! Che i licenziati senza giusta causa possano rivalersi dei contenuti delle Leggi disumane e ingiuste!

  5. Con estremo piacere apprendo del provvedimento della Corte Costituzionale. Finalmente si è reso giustizia al mondo del lavoro. Ci aspettiamo, però, che le conseguenze di questa sentenza attuino quelle ricadute sulle altre norme che hanno penalizzato i lavoratori: jobs Act in testa!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy link
Powered by Social Snap