Home Esteri “La lotta per la pace e la solidarietà internazionalista”

“La lotta per la pace e la solidarietà internazionalista”

1
1
CONDIVIDI

Mozione approvata all’unanimità dai delegati del XX Congresso del Partito Comunista Portoghese

(da Marx21.it Traduzione di Mauro Gemma)

pcp-sousa

L’offensiva dell’imperialismo ha diffuso la guerra e ha aggravato lo sfruttamento e la povertà nel mondo.

Dai Balcani all’Afghanistan, dalla Libia alla Siria, dall’Ucraina allo Yemen, le guerre di aggressione degli Stati Uniti e dei loro alleati – e delle bande criminali al loro servizio – seminano la morte e la distruzione. Paesi e regioni – come nel caso del martirizzato Medio Oriente – sono devastati, i loro Stati distrutti e frammentati, i loro popoli massacrati. I rifugiati dalle guerre, dalla devastazione e dal saccheggio dell’imperialismo si contano con numeri che hanno un parallelo solo nella Seconda Guerra Mondiale.

La spinta bellicista e interventista dell’imperialismo è accompagnata da un brutale attacco sui piani economico, sociale e nazionale, che distrugge diritti e conquiste, aumenta i livelli di sfruttamento, danneggia la sovranità di popoli e paesi, sottomettendo tutto alla legge del profitto, agli interessi del capitale finanziario e delle multinazionali.

La guerra e il saccheggio sono inseparabili dal capitalismo, specialmente nella sua fase imperialista. Cento anni fa, le rivalità tra potenze imperialiste in competizione per la loro espansione planetaria  hanno condotto alla Prima Grande Guerra. Il movimento comunista è emerso nella lotta intransigente contro la guerra imperialista e contro il sistema che la generava. La grande Rivoluzione Socialista di Ottobre, il cui centenario celebreremo nel 2017, trionfò sotto la parola d’ordine “Per la Pace, il Pane e la Terra”.

Nel corso di sette decenni, l’Unione Sovietica è stata coerente nella sua politica di pace e disarmo, senza mancare di essere allo stesso tempo solidale con le lotte dei lavoratori e dei popoli per la loro emancipazione sociale e nazionale. Sono stati l’URSS e il popolo sovietico, con il concorso attivo dei comunisti e degli antifascisti di tutto il mondo, a svolgere un ruolo fondamentale nella sconfitta del nazi-fascismo – questo strumento crudele di guerra e di imposizione del dominio terrorista dei monopoli che, dopo la grande crisi mondiale del sistema capitalista degli anni trenta del secolo scorso, sembrava inarrestabile nel suo proposito di dominazione globale, con l’appoggio delle classi dominanti di diversi paesi.

La Vittoria sul nazi-fascismo ha aperto una nuova fase per l’umanità, una fase di progressi sociali e di liberazione nazionale, in cui è stato possibile preservare la pace mondiale, nonostante le permanenti minacce e guerre locali scatenate dall’imperialismo.

La scomparsa dell’URSS e le sconfitte del socialismo in Europa orientale hanno mutato profondamente il rapporto di forze mondiale. Libero da vincoli, il sistema capitalista è tornato a rivelare in pieno la sua natura sfruttatrice, oppressiva, aggressiva e predatoria. Gli USA e le potenze dell’Unione Europea, con il loro braccio armato, la NATO, hanno sostituito la Carta delle Nazioni Unite con la legge della forza e della guerra. Ma la loro offensiva affronta la resistenza dei popoli.

I comunisti portoghesi, fedeli alla loro storia e ai loro principi, esprimono la loro solidarietà ai lavoratori e ai popoli del mondo che lottano in difesa dei propri diritti, della propria sovranità, per la pace, per la giustizia e il progresso sociale, per il socialismo. Non confondendo gli aggressori con gli aggrediti, né i carnefici con le loro vittime, il PCP si impegna per la convergenza delle forze patriottiche, progressiste, rivoluzionarie, in un ampio fronte antimperialista. Il PCP è solidale con l’eroico popolo siriano e tutti i popoli che resistono all’ingerenza e all’aggressione dell’imperialismo; con il popolo martire della Palestina; con il popolo saharawi; con la Rivoluzione Cubana e i popoli dell’America Latina che affrontano la controffensiva golpista; con i lavoratori e i popoli in lotta in Europa e in tutto il mondo; con coloro che lottano per la pace e per la fine della NATO. A tutti dichiariamo che possono continuare a contare sulla solidarietà del Partito Comunista Portoghese.

Viva la pace e la solidarietà internazionalista!

La lotta continua!

2 dicembre 2016

 

iscriviti