Home In evidenza LA SCOMPARSA DI GIORGIO NEBBIA

LA SCOMPARSA DI GIORGIO NEBBIA

483
0

di Edoardo Castellucci, Segreteria nazionale Pci

E’ morto Giorgio Nebbia.

Storico esponente del movimento ambientalista italiano, comunista, professore emerito dell’Università di Bari.

sostieni il partito

Nato a Bologna nel 1926, si era laureato in chimica nel 1949, considerato uno dei principali merceologi italiani è stato un grande protagonista del Novecento e degli ultimi decenni. E’ stato parlamentare della Sinistra indipendente alla Camera (1983-1987) e al Senato (1987-1992).

E’ stato punto di riferimento per la salvaguardia e difesa dell’ambiente e del territorio, con i suoi studi sull’energia solare, sulle problematiche dell’acqua e della dissalazione dell’acqua marina e soprattutto sulle conseguenze ambientali della produzione agricola e industriale.

Il PCI perde un compagno, attento studioso e collaboratore importante, che aveva contribuito con i suoi consigli a migliorare il lavoro fatto per elaborare il Programma + Stato – Mercato, lo voglio ricordare con quello che mi scrisse in risposta alla mail, inviata a nome del Partito, per l’autorizzazione a divulgare, sul sito del PCI, l’Appello per la messa al bando delle armi nucleari:
“Certo mi farà piacere se utilizzerete l’appello al Parlamento nelle vostre iniziative. Purtroppo l’appello ha ricevuto finora poche diecine di adesioni, anche se qualificate come la tua e vostra. (…)
Sono convinto che i comunisti possano avere un ruolo importante per destare attenzione ai problemi della violenza delle armi e della violenza alla natura.
In un momento in cui sono praticamente scomparsi i verdi, le stesse associazioni ambientaliste sono più stampelle dei governi che strumenti di contestazione ecologica, esiste uno spazio a sinistra e specialmente per i comunisti, per un movimento ambientalista ed ecologico.
Il governo sta pensando a finanziare infrastrutture devastanti per il territorio (strade e ferrovie) e niente per la difesa del suolo e la regolazione del corso dei fiumi e la depurazione delle acque usate che finiscono nel mare, anche in alcune grandi città.
Leggerò volentieri il vostro programma; pace e ambiente e lavoro sono lo stesso volto della lotta al capitalismo che, per definizione, usa violenza con le armi e contro la natura.”

Giungano alla famiglia le più profonde e sentite condoglianze di tutta la Segreteria nazionale, del Comitato centrale e dei militanti del Partito Comunista Italiano, che lo ricorderà, per l’ultimo saluto, alla prossima Assemblea di Organizzazione che il PCI svolgerà a Bolsena il 13 e 14 luglio.

I funerali si svolgeranno venerdì 5 luglio alle ore 10,30 presso la parrocchia San Mattia Apostolo, ingresso in Via Renato Fucini 285, Talenti Roma.

iscriviti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Solve : *
1 × 11 =