Home Italia Cangemi (PCI): Bologna, un segnale repressivo inquietante

Cangemi (PCI): Bologna, un segnale repressivo inquietante

575
0

di Luca Cangemi, segreteria nazionale PCI, responsabile Università 

“Ciò che avviene nella zona universitaria di Bologna ha un significato politico e simbolico molto grave” -ha dichiarato Luca Cangemi, responsabile nazionale scuola e università del PCI.

“Chi lancia la polizia contro gli studenti in una biblioteca universitaria lancia un segnale repressivo chiaro ed inquietante, un segnale di chiusura di luoghi che per loro stessa natura dovrebbero essere aperti- fisicamente e culturalmente- un segnale di risposta autoritaria ad ogni istanza sociale.

sostieni il partito

Tutto ciò, non a caso, avviene mentre il sistema universitario italiano diventa sempre più escludente nei confronti dei giovani italiani.

Sintomatiche di un clima degradato del paese appaiono, inoltre, le dichiarazioni squadristiche sugli avvenimenti  bolognesi di alcuni esponenti politici, a partire da Salvini” -ha continuato Cangemi.

“Contro questo clima irrespirabile appare necessaria ed urgente una nuova stagione di mobilitazione politica e sociale per il cambiamento”-ha concluso Cangemi. 

 

 

­

iscriviti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Solve : *
24 − 23 =