Home Esteri Festa di Avante: PCI, presente!

Festa di Avante: PCI, presente!

322
0

Lo stand del PCI alla festa nazionale di “Avante”, il settimanale del Partito Comunista Portoghese.

A cura dello staff dello stand del PCI

Lisbona 7/8/9 settembre 2018

sostieni il partito

 

Tre giorni di Festa, tre giorni di forti emozioni, tre giorni di gioia, tre giorni di lotta, tre giorni di unità e di fratellanza, tre giorni di divertimenti e di approfondimenti politici.

Questa è la Festa do Avante ( il settimanale, e organo, del Partito Comunista Portoghese) che si è tenuta a Lisbona dal 7 al 9 settembre 2018. Una festa, per la preparazione della quale hanno lavorato 12.000 militanti volontari,che dà la reale dimensione del peso dei comunisti in quel Paese e della loro grande capacità politica e organizzativa. Un partito di quadri, fortemente radicato nella società, che alle ultime elezioni amministrative ha raccolto il 10% dei voti e che con la sua politica intelligente riesce a condizionare le scelte del governo di Antonio Costa, il leader del partito socialista eletto al grido di “basta austerità”.

Nei tre giorni della Festa hanno partecipato circa 500 mila persone, tutte paganti, che hanno riempito gli oltre 100 ristoranti e bar, le decine e decine di iniziative e dibattiti politici, la Fiera del libro, i mercati artigianali, le proiezioni cinematografiche, le decine di spettacoli musicali con i migliori artisti nazionali, l’area divertimenti per i bambini, e altro ancora.

L’internazionalismo si è fatto sentire e vedere in modo evidente con la presenza di oltre 32 partiti e formazioni comuniste di tutto il mondo; dal Partito Comunista Cinese a quello Cubano; dal Vietnam alla Palestina; dalla Russia al Brasile; dalla Germania all’Italia; e tanti altri ancora.

Lo staff dello stand del PCI

E c’eravamo anche noi del Partito Comunista Italiano, con un nostro stand dove si preparavano piatti tipici italiani, si vendevano libri e gadget, si effettuavano ritratti fisioniomici dal vero. Gli spaghetti al pesto genovese sono andati a ruba e lo spazio libri è divenuto un luogo di interessanti confronti politici con compagne e compagni portoghesi e di vari paesi del mondo. Particolare successo ha avuto l’ultimo libro del compagno Domenico Losurdo, “Marxismo e comunismo”, stampato per l’occasione in italiano e in portoghese. Allo stand del PCI hanno lavorato 2 compagne e compagni provenienti da Venezia e 10 compagne e compagni fra cui diversi giovani provenienti da Ancona, alcuni non iscritti al Partito.

La Festa è stata anche l’occasione per confronti ufficiali, bilaterali e fra più partiti, sui temi più rilevanti sullo scacchiere internazionale e che speriamo possano aver contribuito ad un percorso unitario anche in vista delle prossime elezioni europee. Il segretario regionale delle Marche, il compagno Fabio Pasquinelli, presente allo stand del PCI, ha anche partecipato all’incontro con una delegazione del Partito Comunista Portoghese, assieme al compagno Francesco Maringiò, coordinatore politico del Dipartimento Esteri del nostro Partito.

Da sinistra: Fabio Pasquinelli, segretario regionale PCI Marche; Jeronimo Sousa, segretario generale PC Portoghese; Francesco Maringiò, coordinatore nazionale Dipartimento Esteri PCI.

I tre giorni si sono conclusi con il comizio del compagno Jeronimo Sousa, segretario generale del PCP, il quale ha parlato da un grande palco, in cui c’erano, oltre all’intero gruppo dirigente del PCP, tutte le delegazioni internazionali, davanti a oltre 100 mila persone, la maggioranza delle quali giovani e giovanissime. E al termine del comizio tutto un popolo in festa ha cantato il bellissimo inno del PCP “Avante Camarada” e ha ballato al ritmo della colonna sonora della Festa do Avante e delle campagne elettorali del PCP, “Carvalhesa”.

Una conclusione vissuta con forte emozione da tutto il gruppo di compagne e compagni che hanno lavorato allo stand del PCI e che ha dato sicuramente energia, carica e convinzione per proseguire e migliorare il loro impegno per la costruzione di una nuova società di uomini e donne liberi e uguali, per il  socialismo nel nostro Paese e in tutto il mondo.

 

 

iscriviti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Solve : *
33 ⁄ 11 =